Sponsor

 

 



news
Fermignano 13 Aprile ….. "circuito bagnato diventi circuito fortunato"

La pioggia caduta abbondantemente la notte e le prime ore della mattina ha sicuramente

scoraggiato chi era intenzionato a partecipare alla bella manifestazione di Fermignano,

in occasione del 500° anniversario della scomparrsa del più illustre cittadino Donato Bramante.

Il tempo minacciante pioggia anche al momento della partenza, ha consigliato a quasi tutti i

partecipanti (265) di optare per i percorsi brevi (in questo caso non valevoli per le classifiche del

circuito a causa del loro ridotto chilometraggio) ed a pochi di rischiare per il precorso medio e lungo.

Ma come sempre dice il proverbio "chi non risica non rosica", la ragione è stata da parte di questi ultimi

che hanno visto spuntare il sole e hanno pedalato su dei percorsi, soprattutto quello lungo, spettacolare

e facile lungo i 95 km che ha attraversato Urbino - Pesaro - Fano - Fossombrone - Fermignano.

Chiaramente chi ha avuto il coraggio di partire sotto la pioggia da Ascoli Piceno per raggiungere Fermignano,

non poteva arrendersi di fronte il rischio pioggia, ed hanno pedalato sul percorso lungo a vantaggio quindi

del 1°posto in classifica i ragazzi della Lega del Filo D'Oro - Ciclismo e Solidarietà.

Pertanto la classifica di giornata e quindi di "Marche in Bici"  è la seguente:

Ciclismo e Solidarietà Lega del Filo D'Oro - FCI - AP - punti 435

Dopo Lavoro Ferroviario - CSAIN - AN - punti 420

Ciclo 2001 - ACSI - MC - punti 210

Seguono società senza diritto di classifica.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del FileUltima modifica
Scarica questo file (Punteggi Fermignano.pdf)CLASSIFICHE PRIMA TAPPACLASSIFICHE PRIMA TAPPA1882 Kb17/04/2014 11:58
 
Un lunedì di Pasqua “insolito” ad Ostra con la Cicloturistica Colline del Verdicchio

Ad Ostra (Ancona) ancora al lavoro per attendere il ritorno, dopo un anno sabbatico, delle

Colline del Verdicchio ma a carattere cicloturistico. Si profila una manifestazione

impeccabile sotto ogni profilo, con un percorso vario, inserito in un ambiente naturale

davvero incantevole come la verde vallata del Verdicchio (il vino per eccellenza della

Regione Marche) dove le strutture turistiche e ricettive si metteranno a disposizione per

accogliere chi vorrà trascorrere la festività del lunedì di Pasqua all’insegna del cicloturismo.

Ed è anche un importante veicolo per la ricaduta benefica sulla economia locale della zona

grazie a un’organizzazione da manuale come quella del Gruppo Sportivo Pianello che potrà

contare del supporto dei partner Plastica Valmisa, Terre de’ Conti e Tranquilli Forni oltre

agli Enti Regione Marche, Provincia di Ancona, il patrocinio di Ostra e dei comuni ospitanti

Barbara, Serra de’ Conti, Montecarotto, Poggio, San Marcello, Rosora, Mergo, Serra San

Quirico, Arcevia, Castelleone di Suasa, Corinaldo e Trecastelli.

La partenza sarà data dalla bellissima piazza di Ostra, tra loggiati e mura medioevali per chi

sceglierà di partecipare al percorso medio di 66 chilometri oppure al lungo di 89 chilometri.

Si percorrerà la vallata del fiume Misa fino al bivio con Arcevia e Serra de’ Conti, poi la

vettura apri-corsa allungherà lasciando liberi gli atleti. Nello stesso punto i due percorsi si

divideranno: uno per Serra de’ Conti (una volta partenza della vecchia granfondo) per poi

passare a Montecarotto e fare tutta la cresta alta e caratteristica delle Colline del

Verdicchio fino alle Conce di Arcevia dove poi si ricongiungeranno i due percorsi e

transitare tra i Castelli di Arcevia (Montefortino, Palazzo, San Pietro) tutti insieme.

Si giungerà poi a Castelleone di Suasa, si scenderà per la vallata del fiume Nevola,

passando per Casine di Ostra fino poi verso l’arrivo sempre nella Piazza centrale di Ostra.

Un su e giù tra le colline celebri per il Verdicchio con salite abbordabili un po’ per tutti.

L’appuntamento e fissato per il giorno di Pasquetta, lunedì 21 Aprile 2014, con

partenza e arrivo nel bellissimo palcoscenico della Piazza centrale di Ostra (ritrovo

ore 7:00 partenza alle ore 8:30).

Quest’anno la manifestazione è prettamente cicloturistica, non competitiva e farà

 parte del nuovo circuito della consulta Marche in Bici. Ricchi ristori lungo il percorso,

abbondante specialmente quello finale con dolci, pizze fatte e cotte al momento. 

ISCRIZIONI E MODALITA’

Quota di € 8,00 fino al 18 Aprile, dal 18 al 21 € 10,00: Codice IBAN per il bonifico

IT 25 F 08704 37500 000010106213 BCC OSTRA E MORRO D'ALBA AG. OSTRA;

da inviare copia bonifico e iscrizione via Fax 0717988482 oppure via e-mail

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   

http://gspianello.wordpress.com/ - www.marcheinbici.org 

https://www.youtube.com/watch?v=J_06PRdkHfg&feature=youtu.be 

anteprima percorso 2014. 

Luca Alò

 
RIPARTE “MARCHE IN BICI” EDIZIONE 2014

CICLOTURISMO DI FONDO PER AIUTARE L’ATTIVITA’ GIOVANILE

Ritorna il circuito “Marche in Bici”, rimangono il nome ed il marchio, che

richiamano le bellezze della regione affacciata sull’Adriatico, ma cambia

la filosofia del circuito che diventa prevalentemente cicloturistica ad

 andatura libera.

Si parte il 13 Aprile da Fermignano (PU) per un viaggio di 11 tappe

attraverso l’intera regione che terminerà il 12 Ottobre a San Benedetto

del Tronto. Il circuito ospiterà manifestazioni che si svolgeranno sotto

l’egida di tutti gli Enti/FCI aderenti alla Consulta Ciclistica Regionale,

che ha fortemente voluto questo circuito, ed alla fine assegnerà il titolo

regionale di Consulta Cicloturismo di Fondo per Società.

Ovviamente le gare saranno aperte a tutti gli aderenti alla Consulta

 Nazionale.

Il regolamento sarà semplice:  più km pedali e più punti porti alla tua

squadra per le classifiche di giornata e per quelle finali. Possibili piccoli

tratti agonistici con premiazioni di giornata a sorteggio (non validi per

le classifiche finali). Premi a sorteggio tra tutti i partecipanti e alle

prime società classificate.

La Consulta  Regionale ha anche stabilito che ogni organizzatore

riserverà 0,50 euro per ogni partecipante destinato quale parziale

contributo per l’organizzazione di una o più manifestazioni, riservate

alle categorie giovanili nella nostra regione.  Il luogo di svolgimento della

manifestazione sarà, compatibilmente con i regolamenti di categoria ed

altre esigenze, il più vicino a quello della manifestazione che ha versato

il maggior contributo economico allo stesso fondo di solidarietà.

Una sfida quindi che i “veri” appassionati di questo sport avranno la

possibilità di raccogliere dimostrando come l’attività a amatoriale

possa aiutare concretamente i nostri giovani … non solo a

chiacchiere ! (Oltre quelle di Marche in Bici, tutte le prove che

assegneranno titoli regionali di Consulta aderiranno a questo

progetto). 

Questo il calendario delle manifestazioni:

13 Aprile 2014 - Fondo del Bramante - Fermignano (PU) - Gs Fausto Coppi  - ACSI

21 Aprile 2014 - Fondo Colline del Verdicchio - Ostra (AN) - Gs Pianello - FCI

11 Maggio 2014 - Fondo del Piceno - Castignano (AP) - ASD Castignano - UISP

29 Giugno 2014 - Fondo del Tenna - Grottazzolina (FM) -  ASD New Pupilli - CSI

13 Luglio 2014 - Fondo del Matenano - S. Vittoria in Matenano (FM) - ASD Matenano - ACSI

20 Luglio 2014 - Fondo Alto Fermano - Servigliano (FM) - ASD New Pupilli - CSI

27 Luglio 2014 - Fondo Gran Premio di Capodarco - Capodarco (FM) - ASD Capodarco - FCI

07 Settembre 2014 - Fondo Giro delle Abbazie - Macerata (MC) - ASD Ciclo 2001 - ACSI

05 ottobre 2014 - Fondo D.L.F. Ancona  - Ancona (AN) -  ASD DLF Sport - CSAIN

12 Ottobre 2014 - Fondo Città di San Benedetto - San Benedetto T. (AP) - Pedale Rosso Blu - ACSI

19/22 Giugno Raid 4 giorni - Made in Italy Tour Fabriano-Milano - ASD Made in Italy Tour -  FCI (Fuori classifiche finali)

 

 Tutte le info su www.marcheinbici.org Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Comunicato a cura degli organizzatori del circuito e delle singole prove.

 
Premiati i protagonisti del Marche in Bici 2012

Castelfidardo (An) – Si sono svolte domenica 25 novembre al Klass Hotel di Castelfidardo le

 premiazioni dei protagonisti del circuito granfondistico Marche in Bici, che erano inserite

 all’interno della premiazione dell’attività amatoriale marchigiana Fci del settore strada e

 fuoristrada. Dopo il saluto del Presidente Regionale Fci Vincenzino Alesiani, con un bilancio

 sul quadriennio e ringraziamento alle società, atleti, dirigenti del consiglio e delle strutture,

 la platea dei circa 120 ospiti, ha ricordato Marzio Rinaldoni, responsabile giovanissimi Fci

Marche scomparso in settimana. La struttura amatoriale regionale che fino ad oggi ha curato

 il circuito, ha annunciato per voce di Luigi Marinuk (neo-Segretario della Consulta Ciclistica

 Regionale), la trasformazione di Marche in Bici 2013 in un circuito prevalentemente

cicloturistico aperto all’organizzazione della Consulta (i dettagli e le tappe entro breve).

 

La serata è iniziata con la premiazione dell’attività federale chiamando gli atleti di tutte le

 Società distintesi per attività ed organizzazione.  Medaglie ai titoli nazionali (tantissimi per

 una regione piccola come le Marche), premi speciali ai campioni del mondo (D’Andrea e

 Clementoni) e ai 3 cicloturisti dell’anno (Pierantoni Sebastiano, Bugiolacchio Luigi, Olivieri

 Giovanni). A metà serata, ottimamente diretta dalla voce di Ivan Cecchini,  si è aperto un

 ricco buffet (apprezzata la formula snella e veloce della manifestazione). Al termine le

 premiazioni di Marche in Bici, circuito che ha coinvolto nel 2012 cinque manifestazioni

 (Granfondo del Conero, Granfondo del Verdicchio, Granfondo Maremonti, Granfondo

 dell’Adriatico e Granfondo del Tartufo), che hanno interessato le province di Ascoli Piceno,

 Ancona e Pesaro Urbino. Oltre al Presidente Alesiani erano presenti i presidenti provinciali

 Fci Tania Belvederesi (Ancona) e Marco Lelli (Ascoli Piceno) , Piero Agostinelli

(vice-presidente fci marche),Sergio Latini e  Marco Stracquadanio (consiglieri regionali),

 Alessandro Santoni (conisgliere provinciale Ancona).

Servizio televisivo sulla serata Giovedì 29 Novembre all'interno di "Giovedì ciclismo" alle 22.30

 su Tvrs (canale 11) e Venerdì 30 Novembre, alle 20.45 c.a all'interno della rubrica "Sulle

 strade" su Tvrs Marche (canale 111).

 
Marche in Bici 2012, le classifiche finali.

Dopo il 9 Settembre, con la conclusione del circuito in occasione del Campionato Italiano alla Gran

Fondo del Tartufo di Acqualagna,ecco le classifiche ufficiali finali dell’edizione 2012 di MARCHE IN BICI:

Tutti i dettagli delle varie classifiche sono disponibili sul sito www.marcheinbici.org alla

sezione “Anno 2012 – Classifiche Circuito”.

Il Comitato Organizzatore, a nome delle 5 Società Organizzatrici, ringrazia i partecipanti

a questa edizione e si complimenta con i vincitori dando appuntamento a tutti per la

FESTA FINALE DI PREMIAZIONE la cui data e sede saranno comunicate entro breve.

 
LE CLASSIFICHE DEL CIRCUITO DOPO LA GF ADRIATICO

Con le vittorie di MICHELE MACCANTI - CICLI COPPARO nel LUNGO e GIAMPAOLO

BUSBANI -ASD MOBILI RIMINI nel MEDIO, definite le classifcihe del Circuito dopo la 4°

e penultima tappa. Tra le donne vittoria a Senigallia per MARINA LARI - MAX TEAM nel

LUNGO e MICHELA GORINI - ASD FAUSTOCOPPI nel MEDIO (nella foto il podio).

Ultima e decisiva prova il 9 Settembre ad Acqualagna (PU) con la Gran Fondo del Tartufo

PROVA UNICA DI CAMPIONATO ITALIANO FONDO E GRAN FONDO F.C.I.

dove saranno anche consegnati i premi della speciale Classifcia PERFORMANCE assegnati

alla Gf Adriatico di Senigallia.

 
ASSEGNATI ALLA GF ADRIATICO I TITOLI REGIONALI

Assegnati Domenica 22 Luglio alla Gf Adriatico di Senigallia (penultima tappa MARCHE IN

 BICI), i titoli regionali FCI Marche.

Presto on-line anche le classifiche del circuito prima dell'ultima prova del 9 Settembre ad

 Acqualagna (PU) con la Gran Fondo del Tartufo PROVA UNICA DI CAMPIONATO

ITALIANO FCI 2012 FONDO E GRAN FONDO.

 

 

 
COMUNICAZIONE AI TESSERATI UDACE

La Direzione del Circuito Gran Fondo MARCHE IN BICI,

preso atto della delibera del Comunicato della CONSULTA NAZIONALE DEL CICLISMO n.8 del

 10/05/12, ratificato dalla SEGRETERIA GENERALE DELLA FCI con Comunicato n.15 del

 11/05/12, riguardante la riammissione dei tesserati ACSI alle gare ciclistiche condivise della

 Consulta,

COMUNICA quanto segue:

I tesserati Udace per poter partecipare alle 2 restanti manifestazioni del circuito

(22 Luglio Gf Adriatico Senigallia e 09 Settembre Gf Tartufo Acqualagna), dovranno essere

 in possesso di tesserino ACSI o eventualmente di altro Ente di Promozione/Fci.

Qualora i tesserati Udace avessero già sottoscritto l’iscrizione alle manifestazioni tramite

 abbonamento o iscrizione diretta alle gare, dovranno tempestivamente comunicare i dati

 del nuovo tesserino (numero licenza e codice società) a KRONOSERVICE tramite numero

 di fax 06-92932974 o indirizzo e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

Ricordiamo che tutti coloro che non fossero in possesso di nessuna tessera ciclistica o della

 sola tessera Udace, potranno essere ammessi alla gara solo sottoscrivendo una TESSERA

 GIORNALIERA dal costo aggiuntivo di euro 5,00 e presentando i seguenti documenti:

- Documento d’identità in corso di validità;

- Numero di Codice Fiscale;

- Copia del certificato di idoneità sportiva alla pratica del Ciclismo in corso di validità (solo per

 cicloamatori, non serve per i cicloturisti).

 

Vista la cospicua disponibilità di tempo a disposizione prima della prossima manifestazione,

 auspichiamo la massima collaborazione per regolarizzare tutte le situazioni sopra descritte.

 

17 Maggio 2012

MARCHE IN BICI

La Direzione

 
MARCHE IN BICI: LE CLASSIFICHE DOPO LA TERZA TAPPA

Tutte le classifiche dopo la TERZA tappa di SAN BENEDETTO DEL

TRONTO (GF Maremonti).

Questo il riepilogo delle prime posizioni:

Questi i vincitori della Classifica PERFORMANCE della Gf Maremonti che verranno

 premiati il 22 Luglio 2012 in occasione della Gf Adriatico a Senigallia (AN):

 
Gran Fondo del Conero Cinelli: un successo da... Prestigio

Ancona – Il trentaseienne cassintegrato Emiliano Bolletta coglie alla 16° Gran Fondo del Conero

 Cinelli il suo primo successo di prestigio. “Voglio fare i complimenti agli organizzatori per

 l’efficienza della macchina organizzativa. E’ stata una gara molto combattuta – afferma la

 guardia giurata che non nasconde di dedicare gran parte del suo tempo libero ad allenarsi tutti

 i giorni e una volta alla settimana dedicarsi al fondo pedalando per sei ore – nei primi chilometri

 hanno allungato in tre, poi io, Ferri (HR Peppe & Rossella) e Italo Soldi (Pedale Fermano

 Amatori Gi.Vi.) ci siamo lanciati al loro inseguimento e dopo averli raggiunti abbiamo trovato

 ben presto l’accordo dividendoci il peso della fuga per oltre settanta chilometri. Sul tratto più

 impegnativo della salita del Conero ho allungato e sono rimasto solitario in testa, anche se negli

 ultimi cinque chilometri dell’ascesa ho sofferto molto grazie alla mia caparbietà e ad un’ottimo

 stato di forma sono riuscito a difendere il vantaggio conquistato sino al traguardo di Piazza

 Diaz”.

Per quanti conoscono il mondo del ciclismo marchigiano, quella del Conero è stata una Gran

 Fondo atipica, che ha visto i ciclisti maggiormente accreditati al successo finale pedalare

 nell’anonimato sino alle battute finali, quando Dmitry Nikandrov (Val di Foro) e Hubert Krys

 (Cicli Copparo Sintesi) si lanciano all’inseguimento dei fuggitivi. Ma nel momento in cui il

 drappello di intrepidi inseguitori recupera i ciclisti che hanno caratterizzato la prima parte di

 gara, Bolletta è ormai lontano, chiuderà la sua splendida cavalcata con 36” di vantaggio. La

 conferma arriva da Euprepio Calò (Team Fajarama Lanottebike) mattatore di questa prima

 parte di stagione con i successi conquistati alla Fondo Molisana e Fondo Valli Esino e Musone:

 “Ci ha sorpreso la fuga a sei, che ha raggiunto subito un vantaggio ragguardevole, poi

 l’attendismo di alcune squadre ha fatto il resto e quando Krys e Nikandrov hanno forzato,

 Bolletta era ormai lanciato verso il successo”.

Sul secondo gradino del podio della prestigiosa Gran Fondo del Conero Cinelli sale il russo

 Nikandrov, bronzo al polacco Hubert Krys: “All’inizio è andata una fuga a sei, i battistrada hanno

 accumulato un vantaggio superiore ai due minuti che ha permesso loro di affrontare la salita del

 Conero senza particolari patemi d’animo anche per chi un vero e proprio specialista della salita

 non è, mentre in gruppo nessuno si decideva a prendere l’iniziativa per lanciare l’inseguimento.

Quando io e Nikandrov – sottolinea l’ex professionista polacco – abbiamo allungato a caccia

 degli inseguitori ci siamo dovuti accontentare del secondo e terzo posto. Sono comunque

 contento del piazzamento perché in settimana ho avuto l’influenza e non sono riuscito ad

 allenarmi”. Tra le ragazze successo di Olga Cappiello (Team Cinelli Glass’ Ngo) che regala al main

 sponsor dell’evento dorico un altro prestigioso oro.

Nelle prime ore dell’alba un tiepido sole ha riscaldato il cuore dei partecipanti alla prova dei

 Senza Fretta che hanno preso il via con partenza alla francese, senza l’assillo del cronometro e

 per godersi gli splendidi scorci che la Riviera del Conero offre agli appassionati delle due ruote.

 Mentre più tardi la capacità di reazione e lo spirito d’iniziativa del comitato organizzatore della

 Gran Fondo del Conero Cinelli si materializza con i settecento ciclisti che si schierano in griglia.

Le garbate polemiche interne, le esternazioni degli ultimi giorni sono soltanto un ricordo, quel

 serpentone multicolore schierato al via è sicuramente la risposta più forte a quanti hanno in

 tutti i modi tentato di ostacolare e render dura la vita a Secchi e al direttivo della Pedale

 Chiaravallese.

I ciclisti sfilano sotto lo sguardo di una divertita Alessandra Cappellotto, campionessa del mondo

 e tricolore donne Elite e degli assessori comunali Borgognoni e Brisighelli che hanno ancora una

 volta offerto il loro fondamentale contributo alla riuscita dell’evento. Nel sito della Gran Fondo è

 possibile seguire chilometro dopo chilometro l’evolversi della gara, mentre Ivan Cecchini e Luca

 Alò informano il pubblico presente. Dopo quindici chilometri, ad Agugliano, il gruppo si divide,

 dando vita a due gare contemporaneamente. Nella Medio Fondo prima Marianeschi (HR Peppe

 e Rossella) e Topa (Mobili Romini) Bici Shop) allungano, poi è la volta di Giampaolo Busbani

 (Mobili Rimini Bici Shop) e Giuseppe Corsello (Faenza Hymer Team). Su questi ultimi si portano

 altri quattordici ciclisti prima che nel finale Emanuele Alessiani (Petritoli Bike) metta a segno

 l’allungo vincente che regala alla formazione marchigiana la terza vittoria stagionale. Per

Giampaolo Busbani ancora un piazzamento, ma il portacolori della Mobili Rimini Bici Shop saprà

 sicuramente far prevalere le sue doti. Tra le ragazze successo di Raffaela Palombo (Team Cinelli

 Glass’Ngo). La ricca premiazione finale chiude questo entusiasmante capitolo di storia della Gran

 Fondo Conero Cinelli.

Granfondina Mc Donald. Centodue tra bambini e genitori hanno dato vita alla Granfondina Mc

 Donald, una pedalata di dieci chilometri per le vie cittadine. Ad abbassare la bandiera a scacchi

 è stata la campionessa Alessandra Cappellotto insieme a Lino Secchi, poi i piccoli ciclisti in erba

 hanno preso il via per riconquistare anche se soltanto per un paio di ore le vie della loro città e

 scoprire le "fatiche" di quanti scelgono l'attività agonistica, magari iniziando a sognare il

 professionismo.

 
Alla scoperta delle Marche… in Bici 2012

Ancona - Cinque province uniche e singolari, che differenziano il territorio marcandone le

 identità. Mare e montagna, fiumi e valli che da nord a sud si moltiplicano con equilibrio

 chiudendo in ogni confine il senso di un viaggio. Cinque viaggi originali e paralleli che vi

 porteranno a scoprire le Marche… in Bici, il circuito di Gran Fondo che si tiene sotto l’egida

della Federciclismo. Cinque viaggi che vedranno l’appassionato ciclista solcare le dolci colline

 marchigiane sulle cui sommità sono posizionati gli antichi borghi, spesso trascurati dal turista

 attratto dalle località che sorgono sulla costa adriatica o sulla dorsale appenninica, ma che

 rappresentano il cuore di questa regione e catalizzano l’interesse degli cicloturisti sempre alla

 ricerca di luoghi da scoprire in sella alla loro compagna di tante avventure: la bicicletta.

Il primo “viaggio”, la Gran Fondo Conero Cinelli, in programma l’11 Marzo ad Ancona, vedrà i

 ciclisti solcare il comprensorio del capoluogo di regione, con il litorale che da Ancona arriva alla

 foce del fiume Musone che costituisce il più significativo complesso paesaggistico e ambientale,

 nonché il più caratteristico riferimento del turismo balneare della regione. Con il massiccio

 miocenico del Monte Conero, appendice isolata dell’Appennino, che interrompe

 prepotentemente il lineare fluire della costa e dei fiumi che volgono al mare. Il 22 Aprile,

pur rimanendo nella provincia di Ancona, ci si sposta verso nell’entroterra per raggiungere il

 caratteristico centro di Serra dé Conti, il cui toponimo suggerisce l’origine medievale del paese.

 Come la denominazione della manifestazione che vi si svolge, Gran Fondo Colline del Verdicchio

 si lega indissolubilmente al Verdicchio, il prelibato vino che si ottiene dal vitigno a bacca bianca

 coltivato quasi esclusivamente nelle Marche, il cui nome deriva dal colore dell’acino che

 mantiene evidenti sfumature di verde anche a piena maturazione. Gli organizzatori della

 manifestazione hanno disegnato tre percorsi (60 – 101 – 130 chilometri) che si snodano

 nell’entroterra anconetano toccando centri come Ostra che dall’alto delle sue mura domina

 la valle del Misa, il caratteristico centro di Serra San Quirico che assume le sembianze di una

 nave con la prua sulla Valle dell’Esino, la medievale Arcevia e la sua collegiata di San Medardo

 che conserva le due opere di Luca Signorelli, Corinaldo le cui storiche mura, oltre 912 metri

 pausati da torri e accessi, segnano la storia di questo centro ricco di luoghi di culto. Uno

 sguardo al castello di Barbara prima di far ritorno a Serra dé Conti per l’epilogo della fatica.

Tre giorni più tardi, il 25 Aprile, San Benedetto del Tronto ospiterà la terza tappa della

 kermesse, due prove in soli tre giorni che offrono ai ciclisti l’opportunità di vivere uno week

 end ciclistico indimenticabile pedalando sulle colline del Verdicchio e trasferirsi poi lungo l’ampia

 spiaggia sabbiosa di San Benedetto del Tronto per partecipare alla Gran Fondo Maremonti.

I dirigenti del Pedale RossoBlu Picenum hanno tracciato un percorso che, fedele alla

 denominazione della manifestazione, vedrà i ciclisti prendere il via dal mare di San Benedetto

 per superare i piccoli insediamenti industriali della valle del Tronto e salire sui panoramici colli

 coltivati a vigneto per la produzione di rinomati vini per dirigersi verso l’entroterra ascolano ove

 è fiorente l’attività ciclistica amatoriale come Rotella, Carassai, Ripatransone per poi tornare a

 solcare il lungomare protetto da palme, oleandri e pini marittimi. Poco più di un mese di attesa

 e domenica 10 Giugno a Senigallia va in scena la 4° Gran Fondo dell’Adriatico. Una ghiotta

 occasione per frequentare la “spiaggia di velluto” e immergersi nell’azzurro mare Adriatico,

 costatando la vocazione turistica di questa cittadina che nel tempo ha sostituito i fasti

 commerciali legati al porto canale. Un centro che lega la sua storia alla Rocca Roveresca,

Piazza del Duca ornata dall’omonima fontana detta anche delle Anatre, il Duomo che conserva

 una Madonna col Bambino firmata da Ercole Ramazzani, Palazzo Mastai, la Pinacoteca Diocesana

 e il Foro Annonario. Mancano ancora sette mesi alla data di svolgimento della manifestazione e

 gli organizzatori hanno già predisposto tutti i dettagli organizzativi, anche se stanno valutando

 alcune iniziative a sostegno dell’attività cicloturistica. Ben quattro i percorsi con una Randonèe

 di 205 chilometri con dislivello totale di 1900 metri che porterà i partecipanti a raggiungere

 l’umbra Scheggia prima di far ritorno a Senigallia attraversando il Parco Regionale della Gol

a Rossa e di Frassasi , la Cicloturistica Gourmet di 48 chilometri e le due prove regine di 151 e

 101 chilometri. Da sottolineare il lingotto d’oro del valore di 1000 $ e la maglia di campione

 dell’Adriatico che andranno al vincitore della Gran Fondo, oltre alla porchetta che sarà

 assegnata alla società marchigiana che iscriverà il maggior numero di ciclisti nei tre percorsi.

La chiusura della kermesse si terrà il 9 settembre ad Acqualagna, Capitale del Tartufo, vista la

 sua importanza riconosciuta durante tutto l’anno per i vari eventi dedicati e per la tradizione

 plurisecolare di ricerca, produzione e commercializzazione del tubero più famoso di tutti i tempi.

 

La città si trova nei pressi della magnifica Gola del Furlo, nella confluenza del torrente Burano,

 una terra circondata da natura incontaminata e da uno scenario incantevole per gli occhi del

 visitatore che viene a scoprirla. La posizione di Acqualagna è strategica perchè offre ai suoi

 ospiti la vicinanza ai monti più alti della zona: il Catria ed il Nerone. Un esordio ambizioso quello

 degli organizzatori della Gran Fondo del Tartufo con in testa la Comunità Montana del Catria e

 Nerone, attenta alle esigenze di quanti operano nel territorio e sempre vicina a quanti lavorano

 per promuovere le peculiarità della terra del tartufo, che sarà inserita nel ricco calendario della

 Settimana dello Sport in programma dal 7 al 16 settembre. Già presentati i due percorsi di gara

 che prevedono la scalata del Monte Catria e le cime di Fonte Avellana, Acqua Partita e Rocca

 Leonella.

 
« InizioPrec.12345Succ.Fine »

Pagina 1 di 5

Manifestazioni

tappe_2014

Login